Veröffentlicht am

Sono determinata a superare questo stigma perché i cibi integrali e naturali, cucinati con amore, hanno un sapore assolutamente fantastico „“, dice.

Sono determinata a superare questo stigma perché i cibi integrali e naturali, cucinati con amore, hanno un sapore assolutamente fantastico „“, dice.

L’endometriosi si verifica quando il rivestimento dell’utero cresce al di fuori dell’utero. La condizione, che si pensa colpisca più di 6,5 milioni di donne negli Stati Uniti, può causare dolore pelvico, crampi e forti emorragie durante le mestruazioni, oltre a problemi sessuali dolorosi e di fertilità. Mowry è stato sottoposto a chirurgia laparoscopica. Poi, solo due anni dopo, era di nuovo piegata in due dall’agonia. Ha subito un secondo intervento chirurgico e ha preso pillole anticoncezionali e antidolorifici per gestire i suoi sintomi. Ma Mowry si sentiva frustrato dal fatto che non ci fosse una soluzione più permanente. Sapeva anche che voleva avere un bambino e che le sue condizioni avrebbero potuto renderlo difficile. Era alla disperata ricerca di un altro modo per curare la sua malattia. Quando il suo medico le suggerì di ripulire la sua dieta, Mowry si sentì piena di speranza, dice nel suo libro, anche se avrebbe significato rinunciare ad alcuni dei suoi cibi preferiti. (A quel tempo, i tortellini al formaggio fritti erano il suo piatto d’autore.) Ma Mowry si era impegnata ad apportare modifiche che avrebbero potuto migliorare la sua salute. Ha eliminato latticini, carni lavorate, snack confezionati e zucchero raffinato. E ha iniziato a riempire il suo piatto di piante (pensa a verdure a foglia verde, frutta, noci e semi), cibi fermentati e proteine ​​di alta qualità (inclusi fagioli, prodotti animali biologici e carne biologica nutrita con erba). Mowry aggiungeva anche verdure di mare, come alghe e nori; e passò a quelli che lei chiama „“ dolci più sicuri „“, come stevia, zucchero di datteri e miele.

La sua nuova dieta ha ridotto drasticamente il suo dolore, dice Mowry. (Ha anche smesso di soffrire di emicrania e il suo eczema si è risolto.) „“ Ho iniziato a sentirmi profondamente, in modo emozionante, „“ scrive. „“ Per la prima volta nella mia vita, ho capito il concetto di ‚benessere‘ profondo. „“ CORRELATO: 14 alimenti che combattono l’infiammazione Non c’è dubbio che la dieta possa svolgere un ruolo nell’endometriosi, afferma Kathy Huang, MD, direttore dell’endometriosi programma presso il Langone Medical Center della NYU. „“ [È] una malattia molto infiammatoria, quindi qualsiasi cibo che contribuisce all’infiammazione può esacerbare i sintomi del paziente. Ciò includerebbe i latticini e qualsiasi alimento trasformato „, ha scritto in una e-mail a Health. „“ Se il paziente può attenersi a una dieta poco infiammatoria, aiuterà la sua salute in generale, non solo la sua endometriosi. „“ Ken Sinervo, MD, direttore medico del Center for Endometriosis Care di Atlanta, segue questo consiglio. „“ In generale, consiglio una dieta antinfiammatoria, che elimina zuccheri raffinati e carboidrati, e utilizza frutta e verdura coltivate biologicamente e carni allevate biologicamente, come polli ruspanti e manzo nutrito con erba „“ egli spiegato via e-mail.https://harmoniqhealth.com/ Ma entrambi i medici hanno sottolineato che la dieta da sola non allevia la maggior parte dei sintomi della condizione cronica. Invece il trattamento dell’endometriosi comporta tipicamente una combinazione di terapie. „“ Crediamo in un approccio multidisciplinare con chirurghi, [un] nutrizionista, agopuntura, terapia fisica, nonché [uno] psicologo e medico di gestione del dolore „“, afferma il dott. Huang. Per ricevere i nostri migliori consigli sul benessere nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter Healthy Living Mowry, che ora è mamma di un figlio di cinque anni, sa che ciò che ha funzionato per lei potrebbe non funzionare per gli altri. „Anche se ho avuto la mia potente esperienza di guarigione, ciò non mi dà le competenze o le credenziali per offrire consigli di guarigione specifici a chiunque abbia una condizione grave“, scrive. Il suo obiettivo è più semplice: cancellare lo stigma sui cibi sani. „“ Non è solo perché sono ricchi di sostanze nutritive e sono semplicemente buoni per te. Sono determinata a superare questo stigma perché i cibi integrali e naturali, cucinati con amore, hanno un sapore assolutamente fantastico „“, dice. „“ Mi hai sentito: fantastico. “ „“ https://www.health.com/condition/cholesterol/7-heart-healthy-foods200OK „“ https://www.health.com/fitness/mix-and-match-boxing-moves-for-a -better-body200OK „“ https://www.health.com/condition/neurological-disorders/face-blindness200OK Dopo mesi passati a trattare con COVID-19, è la nuova normalità vedere persone che indossano maschere facciali in luoghi pubblici. Ma mentre le precauzioni di sicurezza aiutano a prevenire e contenere la diffusione del coronavirus, alcune persone stanno vivendo un problema completamente nuovo legato alle coperture: un tocco di cecità al viso. In un recente studio di prestampa, pubblicato sul server PsyArXiv Preprints, i ricercatori hanno scoperto che le persone erano meno in grado di riconoscere i volti mascherati, rispetto alle persone non mascherate. Per lo studio, i ricercatori. dal Center for Vision Research della York University di Toronto. ha chiesto a quasi 500 persone di completare una versione online adattata del Cambridge Face Memory Test, un modo per misurare le capacità di percezione del viso negli esseri umani.

I partecipanti hanno guardato volti sconosciuti e poi hanno cercato di riconoscerli di nuovo in condizioni sempre più difficili, ma la metà dei partecipanti ha visto volti con maschere chirurgiche sul naso e sulla bocca. Anche se lo studio non è stato ancora sottoposto a peer review, e quindi sono necessarie ulteriori ricerche, ha dimostrato che fino al 13% dei partecipanti trovava così difficile riconoscere i volti mascherati che potevano anche aver sofferto di prosopagnosia, o faccia cecità. Senza maschere, solo il 3,5% ha ottenuto un punteggio così basso. Uno studio di prestampa simile, questa volta condotto da ricercatori dell’Università di Stirling in Scozia, ha scoperto che i partecipanti allo studio erano meno in grado di riconoscere i volti con maschere sovrapposte, anche quando i volti appartenevano a celebrità familiari. Qualcosa da tenere a mente, però: solo perché potresti lottare in questo momento per riconoscere le persone mascherate, non significa necessariamente che hai la cecità facciale, ma aiuta un piccolo modo a capire cosa vuol dire convivere con il disturbo. Ecco cosa sapere sulla cecità facciale, in generale.

CORRELATO: L’occhio secco associato alla maschera è una cosa: ecco perché accade e cosa puoi fare per fermarlo La cecità facciale, tecnicamente nota come prosopagnosia, è un disturbo neurologico che si riferisce all’incapacità di riconoscere i volti, secondo l’Istituto nazionale di disturbi neurologici e ictus (NINDS). Esistono diversi livelli di cecità del viso: alcune persone possono solo avere difficoltà a riconoscere un volto familiare (questo potrebbe significare il volto della persona), altri non sono in grado di distinguere tra volti sconosciuti e, in alcuni casi gravi, le persone potrebbero non essere in grado di per distinguere i volti da oggetti diversi. Sebbene non sia chiaro quante persone soffrono di cecità facciale, le migliori stime suggeriscono che circa il 2% delle persone (1 su 50) ha problemi di riconoscimento facciale che hanno un impatto sostanziale sulla loro vita quotidiana, Brad Duchaine, PhD, professore di psicologia e scienze del cervello alla Dartmouth University, dice a Health. I medici ritengono che la cecità del viso sia causata da anomalie o menomazioni nel cervello, in particolare il giro fusiforme destro, o una certa piega nel cervello che aiuta con la percezione facciale e la memoria, secondo il NINDS. Alcune persone soffrono di cecità per tutta la vita, mentre altre la sviluppano improvvisamente dopo un trauma al cervello, come ictus, lesioni al cervello o alcune malattie neurodegenerative. La cecità del viso non è causata da disturbi della vista, difficoltà di apprendimento o perdita di memoria. È anche degno di nota il fatto che, mentre la cecità del viso non è un sintomo standard del disturbo dello spettro autistico, sembra essere più comune nei bambini che ne sono affetti, probabilmente contribuendo a uno sviluppo sociale compromesso, secondo il NINDS. Ma affrontare la cecità in generale può essere difficile da affrontare personalmente e socialmente. „“ In casi estremi, le persone con cecità facciale a volte non riescono a riconoscere i parenti stretti e persino il proprio viso nelle foto o negli specchi „, dice Duchaine. „Spesso hanno anche problemi a seguire film e programmi televisivi“. CORRELATO: Il disinfettante per le mani della mamma del Texas prende fuoco e provoca ustioni di 2 ° e 3 ° grado su tutto il corpo I medici utilizzano test che valutano il famoso riconoscimento facciale o l’apprendimento del viso per diagnosticare formalmente la cecità del viso. Due test comunemente usati sono il Benton Facial Recognition Test (BFRT) e il Warrington Recognition Memory of Faces (RMF). Ma la comprensione della vita quotidiana di una persona è anche un buon indicatore che qualcosa non va: „Se le persone hanno difficoltà a riconoscere le persone che conoscono bene, questo è un chiaro segno di cecità del viso“, aggiunge Duchaine.

  Anche se non esiste una cura per la cecità facciale – è una condizione ricorrente e costante che non andrà via – le persone che ne soffrono possono adottare vari meccanismi di coping per rendere più facile l’identificazione delle persone. „I prosopagnosici si basano su altre funzionalità per riconoscere le persone e spesso cercano anche di organizzare riunioni in modo che non debbano riconoscere gli altri“, afferma Duchaine. “Ad esempio, se incontrano qualcuno in un luogo pubblico, arriverà per primo, quindi l’altra persona dovrà venire da loro. Alcuni prosopagnosici spiegano anche ad altri i loro problemi con i volti, in modo che altre persone possano capire quando non li riconosceranno in futuro „. Anche concentrarsi su altri indizi visivi o verbali per identificare una persona può essere d’aiuto – come notare il colore e la consistenza dei suoi capelli, se sono più bassi o più alti della media, o come suona la loro voce. „Per compensare i loro problemi con i volti, si affidano maggiormente ad altre informazioni come i capelli, la forma del corpo, il contesto e la voce“, spiega Duchaine. CORRELATI: 5 motivi per cui dovresti indossare una maschera, secondo gli esperti Anche se i rivestimenti per il viso possono rendere difficile il riconoscimento facciale per chiunque, e mentre le maschere non causano una vera cecità facciale, non sono necessariamente un grosso problema per le persone con cecità facciale come potresti pensare. „I rivestimenti per il viso rendono più difficile per le persone con cecità del viso riconoscere gli altri, ma dal momento che molte persone con cecità al viso non fanno molto affidamento sul viso, i rivestimenti per il viso possono avere un effetto minore su di loro rispetto alle persone con normale riconoscimento del viso, „Dice Duchaine. In effetti, Duchaine stava recentemente esaminando le risposte di persone con prosopagnosia che hanno contattato il suo sito web di ricerca Faceblind.org (il team di ricerca include medici dell’Università di Harvard e dell’Università di Londra) e si è imbattuto in un messaggio di una donna che ha detto che „“ adora le maschere COVID-19. „“ „È perché non compromettono la sua capacità di riconoscere i volti ma compromettono la capacità di altre persone, quindi il campo di gioco è stato livellato per lei“, spiega Duchaine. Solo qualcosa a cui pensare la prossima volta che un amico che indossa una maschera ti fa fare una doppia ripresa. Per ricevere le nostre storie migliori nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter „Healthy Living“ https://www.health.com/recipes/trout-meuniere?printview200OK Metti la farina integrale in un piatto poco profondo. Cospargere la trota con pepe e ½ cucchiaino di sale. Scalda 1 cucchiaio di olio in una padella larga antiaderente a fuoco medio-alto. Dragare 2 filetti di trota nella farina; scrollarsi di dosso l’eccesso. Mettere la trota, con la carne rivolta verso il basso, in una padella e cuocere fino a doratura, circa 3 minuti.

Girare e cuocere fino a quando il pesce si sfalda facilmente con una forchetta, circa 2 minuti. Rimuovere la trota dalla padella e coprire per tenerla al caldo. Ripeti con 1 cucchiaio di olio rimanente, la farina nel piatto e i filetti di trota. Togli la padella dal fuoco. Sbatti il ​​brodo e la farina per tutti gli usi in una piccola ciotola. Riporta la padella a un livello medio-alto. Aggiungere il vino alla padella e cuocere fino a ridurlo della metà, circa 1 minuto. Mescolare la miscela di brodo e cuocere fino a quando non si sarà leggermente addensato, circa 2 minuti.

Togliere dal fuoco. Mescolare i capperi, il succo di limone, il burro, il prezzemolo e il restante ½ cucchiaino di sale. Servire i filetti con la salsa. „“ https://www.health.com/health/service/magazine/may-2009200OK „“ https://www.health.com/health/service/magazine/may-2010200OK „“ https: // www. health.com/health/service/magazine/may-2011200OK „“ https://www.health.com/health/service/magazine/may-2012200OK „“ https://www.health.com/health/service/ magazine / may-2013200OK „“ https://www.health.com/condition/psoriasis?page=3200OK „“ https://www.health.com/condition/psoriatic-arthritis/psoriatic-arthritis-patients200OK „“ https : //www.health.com/mind-body/7-foods-that-help-you-sleep200OK „“ https://www.health.com/health/service/magazine/may-2014200OK „“ https: / /www.health.com/food/food-allergy-intolerance200OK Con l’aumento delle diete prive di glutine e latticini negli ultimi anni, le allergie e le intolleranze alimentari sembrano essere in aumento ora più che mai. Celebrità come Kourtney Kardashian e Kate Hudson hanno notoriamente spogliato la loro dieta dei comuni cibi allergenici in nome della salute, e il pubblico sembra desideroso di seguirne l’esempio. Siamo diventati più bravi nel rilevare allergie e intolleranze alimentari o sono solo l’ultima tendenza? Un nuovo studio pubblicato su JAMA Network Open suggerisce che le paure alimentari di molti americani potrebbero essere „infondate“. Dopo aver esaminato i dati raccolti da oltre 40.000 adulti statunitensi, i ricercatori hanno scoperto che circa il 19% degli adulti credeva di avere un’allergia alimentare e solo il 10% in realtà ne aveva una. CORRELATO: Un bambino di 11 anni con allergie alimentari presumibilmente morto dopo aver respirato esalazioni di pesce: può succedere davvero? „“ Anche se abbiamo scoperto che un adulto su 10 ha un’allergia alimentare, quasi il doppio degli adulti pensa di essere allergico agli alimenti, mentre i loro sintomi possono suggerire intolleranza alimentare o altre condizioni legate al cibo „“, l’autore principale dello studio Ruchi Gupta, MD, MPH, della Northwestern University Feinberg School of Medicine, ha spiegato in un comunicato stampa. Sebbene questi adulti possano effettivamente credere di avere un’allergia alimentare, i sintomi che hanno segnalato non riflettevano le vere reazioni allergiche. Molto probabilmente, stavano vivendo altri sintomi indesiderati, come diarrea, dolore addominale o gonfiore, a causa di una sensibilità o intolleranza alimentare. I sintomi dell’allergia alimentare sono causati da una risposta del sistema immunitario; i sintomi di intolleranze o sensibilità non lo sono. Qualcuno con un’intolleranza alimentare manca di un enzima digestivo che distruggerebbe una parte del cibo offensivo. Le sensibilità alimentari non sono così chiaramente definite, ma di solito comportano un mal di stomaco dopo aver mangiato un alimento specifico.

Julie Upton, RD, co-fondatrice di Appetite for Health, spiega che quando una persona ha un’allergia alimentare conclamata, „il sistema immunitario del corpo reagisce in modo eccessivo alle proteine ​​che [i loro corpi percepiscono] come malsane e le attacca come una minaccia per il corpo. La reazione a questa risposta immunitaria difettosa porta a sintomi come prurito, lividi sulla pelle, eruzioni cutanee, irrigidimento della gola o mancanza di respiro „. Nel peggiore dei casi, le risposte allergiche possono provocare una reazione pericolosa per la vita chiamata anafilassi, che richiede cure mediche immediate. D’altra parte, una sensibilità alimentare può causare disagio, ma non rappresenta una minaccia per la salute, dice Upton. CORRELATI: 20 motivi per cui fa male lo stomaco Allora perché così tanti americani hanno la falsa impressione di avere un’allergia alimentare? Upton dice che questo può essere il caso per una serie di motivi, ma spesso le persone usano le allergie come un modo per evitare certi cibi che considerano malsani. „Nel mio lavoro, vedo molto spesso mangiatori estremamente sani che affermano di essere allergici a cose come lo zucchero [che è estremamente raro], i latticini, il grano o il glutine“ „, dice. „“ In quasi tutti i casi non sono allergici o addirittura sensibili a questi alimenti, ma affermano di esserlo per avere un maggiore controllo sulla loro dieta quotidiana e su ciò che possono percepire come un approccio più salutare al mangiare „. menziona false dichiarazioni di allergia alimentare che potrebbero essere il risultato di un rapporto malsano con il cibo o del desiderio di sentirsi diversi identificandosi con un’allergia.